Estorsione e aggressione: ai domiciliari Francesco Argento, vicesindaco di Gizzeria

Gizzeria, Giovedì 30 Marzo 2017 - 18:04 di Redazione

Il vicesindaco di Gizzeria, in provincia di Catanzaro, Francesco Argento e il fratello Michele, sono stati arrestati e posti ai domiciliari dai carabinieri di Lamezia Terme, con l’accusa di estorsione.Il tutto sarebbe nato dalla denuncia di un operaio che lavorava proprio in un’azienda dei due fratelli Argento. L’uomo, infatti, si sarebbe rivolto ai sindacati per ottenere il pagamento degli stipendi arretrati dopo il licenziamento ma, in cambio, avrebbe ricevuto minacce e aggressioni, fino alle percosse.L’arresto è stato emesso dal Gip di Lamezia.

News&Com



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code